• Pubblicata il
  • Autore: Loredanacinque
  • Categoria: Racconti mature
 PORNO STAR FAI DA TE - parte 2 - Ferrara Trasgressiva

PORNO STAR FAI DA TE - parte 2 - Ferrara Trasgressiva

PORNO STAR FAI DA TE - parte 2

Oscar ha leccato le labbra vaginali umide, fino all'ultimissima goccia, senza esitare. Le sue mani vagavano su tutto il mio corpo, accarezzandolo, eppure sia lingua che mani non arrivavano mai al clitoride e alla fica vera e propria. Lo faceva apposta? Non credo. Soprattutto visto che, poco prima, aveva pompato uno yogurt di sperma nella mia bocca.
Ho messo una gamba sul bracciolo del divano, offrendo la migliore panoramica assoluta della gnocca in calore.
La sua mano destra è scivolata fuori delle mie cosce, ha preso la videocamera e ha cominciato a filmare. Con il dito medio della mano sinistra massaggiava l'interno della vagina e il punto G, zoomando su ogni particolare. L'occhio spietato della telecamera registrava immagini decisamente sconce, ma io non riuscivo a reagire. Respiravo affannosamente, scuotendo le ginocchia. Avevo la pelle d'oca su tutto il corpo, i muscoli del bacino erano tesi, accompagnando le vibrazioni di piacere.
Durante il mio primo orgasmo, ho sollevato le gambe verso l'alto. Volevo che finisse in fretta, mi sentivo a disagio con quella telecamera puntata contro.
Oscar sorrideva, ma il godimento non era stato un granchè e l'ho rimproverato. Era ancora seduto, appoggiato allo schienale del divano e, come se fosse un novello regista, riprendeva con la videocamera l'ambiente e...... ME!
- La smetti o vuoi un calcio nelle palle? Non sono mica una porno star!
- Questa frase l'ho già sentita...
- E' inutile che fai lo spiritoso, questo orgasmino non ha spento la mia voglia di essere penetrata, e poi quella videocamera di merda mi... mi spegne i bollori, capito?
- Aaah, adesso capisci perchè le porno star guadagnano così tanto?
- Non cambiare argomento. Voglio vedere il tuo cazzo entrare dentro di me!
- Hai una stanza con molti specchi?
- Quella di mia sorella ne ha tre...
- Perfetto! Mostrami dov'è...
L'ho portato al primo piano. Era una camera piccola, con in mezzo un enorme letto da una piazza e mezzo. Davanti al letto, una parete scorrevole di specchio che andava dalla porta al como'.
Dall'atra parte, appeso all'angolo del muro proprio di fianco al letto, uno specchio di circa un metro quadro, che rifletteva tranquillamente una figura intera.

CONTINUA

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!
29/03/2017 11:30

paolo

Racconto di una escort!

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati