• Pubblicata il:
  • Autore: Stefano
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: Stefano
  • Categoria: Racconti orge

Studio fotografico trasgressivo a Isernia -parte cinque-

Rimasi in casa del mio amico, l'uomo che avevo conosciuto in una foresta demaniale di Isernia, intenta a fare foto e con una casa che sapeva trasformarsi nello studio fotografico più trasgressivo che abbia mai visto.
La mia ragazza non sapeva che ero lì e sua moglie mi stava porgendo una birra.
"Ne ho già bevuta una, me l'a offerta prima".
"Bevine un' altra, tanto sei venuto a piedi".
"Giusto."
"Allora, ti ha mostrato le foto? ti sono piaciute??"
"Tantissimo".
"Si, lui è davvero bravo a cogliere gli attimi giusti per scattare la foto e anche per creare set e scenografie favolose."
Rimasi in silenzio...
"Mi daresti una mano a portare questo scatolone in camera?"
"Certamente".
La seguii in camera da letto portando uno scatolone piuttosto pesante e quando entrai me lo fece mettere di fianco all' armadio, lo aprì e tirò fuori 3 treppiedi, li aprì e li mise in ogni angolo della stanza.
"Li lascio qui perché altrimenti sono tra i piedi".
"Avete una casa veramente bellissima."
"Grazie...Stefano...posso farti una domanda?"
"Si, certamente".
"Ti sono piaciute le nostre foto dell' album trasgressivo?"
Rimasi senza parole e la sua frase fu talmente inaspettata che in pratica mi scoprì subito e praticamente la mia espressione fu di chi viene scoperto e non sa mentire.
Decisi quindi di rispondere in totale tranquillità.
"Si, sono bellissime...Mi ha detto però che non..."
"...che non dovevi dire niente."
Squillò il cellulare e lei rispose:
"Dimmi tesoro.....AH, ok,va bene.....ok, tanto noi siamo qui che ti aspettiamo....certo".
"Ha trovato il tabaccaio chiuso e quindi va in giro per Isernia a cercare un distributore automatico... a proposito vado a prendere una sigaretta".
"Ok".
Rimasi in camera a guardare le foto appese dei loro viaggi e dopo qualche minuti senti la sua voce dietro di me che diceva:
"Davvero ti sono piaciute le nostre foto?"
Quando mi voltai, me la ritrovai davanti completamente nuda.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!